Iraq, entro fine 2009 rimpatriati soldati inglesi

Il Consigliere della Sicurezza nazionale iracheno ha fatto sapere che tutti i 4mila militari britannici presenti in
Iraq saranno rimpatriati entro la fine dell'anno prossimo. La Gran Bretagna: "Nessun calendario"

Baghdad - Tutti i 4mila militari britannici in Iraq saranno rimpatriati entro la fine del 2009: lo ha reso noto il Consigliere della Sicurezza nazionale iracheno, Mowaffak al Rubaie. "Non esiste alcun calendario relativo al ritiro delle truppe britanniche dall’Iraq", ha subito replicato il Ministero della Difesa di Londra.

Il ritiro dei militari inglesi "Alla fine del 2009 non rimarrà alcun militare britannico in Iraq ed entro la metà dell’anno prossimo vi sarà una riduzione notevole del numero dei soldati britannici", ha dichiarato Al Rubaie, il quale ricopre anche la carica di capo-negoziatore per il ritiro delle truppe straniere presenti nel Paese. Secondo Al Rubaie i negoziati con le autorità britanniche sono iniziati due settimane fa e "procedono in modo soddisfacente". Londra ha, tuttavia, immediatamente smentito l’esistenza di un calendario per il rimpatrio dei propri militari, con una nota diffusa dal ministero della Difesa.