Iraq, esplosione durante il discorso di Ban Ki-Moon

La conferenza stampa del segretario Onu e del premier iracheno Al Maliki "disturbata" da un'esplosione che ferisce due guardie. I due uomini politici si sono abbassati sotto il podio da cui stavano parlando

Bagdad - Due guardie di sicurezza irachene sono rimaste lievemente ferite nell'esplosione di un razzo nella Zona Verde di Baghdad, durante la conferenza stampa congiunta del segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon e del premier iracheno Nouri Al Maliki. Allo scoppio, avvenuto durante a conferenza trasmessa in diretta da varie tv satellitari arabe, i due uomini politici si sono bruscamente abbassati sotto il podio da cui stavano parlando. Subito dopo al Maliki si è voluto sincerare dello stato d'animo del segretario generale dell'Onu rivolgendogli all'orecchio alcune parole, ricambiate con un cenno di assenso da Ban, impallidito.

Le due guardie, rimaste coinvolte nella deflagrazione, si trovavano appena fuori l'edificio in cui era in corso la conferenza stampa di Ban Ki-Moon e Al Maliki. Le loro condizioni non destano preoccupazione. Subito dopo l'esplosione, degli elicotteri Usa si sono alzati in volo per perlustrare la zona e scoprire l'area di provenienza del razzo.

L'esplosione ha provocato danni limitati: due auto sono state danneggiate, e due uomini delle forze di sicurezza - stando a quanto si apprende - sono rimasti feriti in maniera lieve. Molto maggiore l'impatto emotivo. Al momento dello scoppio, Maliki aveva appena detto che la visita di Ban, la prima di un segretario generale dell'Onu in Iraq dal novembre del 2005, costituisce "un messaggio positivo per il mondo, la conferma che Baghdad può tornare ad ospitare personalità di spicco sulla scena mondiale perché ha fatto enormi progressi sulla strada della stabilità".