Iraq, parlamento: ratificato il patto con gli Usa

Con una maggioranza di 144 voti su 198 presenti, il parlamento di Bagdad ha ratificato il patto strategico con Washington che prevede il ritiro delle truppe Usa dal Paese entro la fine del 2011<br />

Bagdad - Ratificato il patto strategico con gli Usa. Con una maggioranza di 144 voti su 198 presenti, il parlamento di Bagdad ha ratificato il patto strategico con Washington che prevede il ritiro delle truppe Usa dal Paese entro la fine del 2011. Prima del voto sull’accordo presentato dal governo i deputati hanno approvato con 149 (su 198 presenti) voti documento per le Riforme politiche raggiunto tra il governo e l’opposizione che sarà sottoposto ad un referendum entro il 31 luglio 2009. Su 275 deputati, in aula ne erano presenti 198 tra cui una trentina della corrente sadrista, per tutta la durata delle operazioni di voto hanno gridato slogan contro l’accordo.

Consacrazione di al Maliki L’approvazione del patto strategico con Washington, presenta il primo ministro come uno statista che sta riuscendo a traghettare l’Iraq verso la sospirata sovranità nazionale, sollecitata da più parti. Al Maliki appare oggi come colui che fa uscire il paese dalla tutela internazionale sancita dall’Onu, dopo la caduta del regime di Saddam Hussein nel 2003. Il primo attestato di stima è arrivato proprio dal presidente Usa, George W. Bush che immediatamente dopo il voto ha inviato le sue felicitazioni per la storica firma: "Il voto di oggi - ha detto Bush - dimostra il progresso della democrazia in Iraq" auspicando "l’approvazione rapida del Consiglio di presidenza iracheno" che deve ancora ratificare l’accordo.