Iraq, rapito vescovo di Mosul. Tre uccisi

Monsignor
Faraj Raho, arcivescovo caldeo della provincia di Mosul, è stato rapito. Uccise tre persone che erano con lui al momento del sequestro avvenuto dopo
che l'alto prelato aveva celebrato una Via crucis

Mosul (Iraq) - Rapito l'arcivescovo caldeo di Mosul, monsignor Faraj Raho e uccise tre persone che erano con lui al momento del rapimento, avvenuto dopo che l'alto prelato aveva celebrato una Via crucis. Lo annuncia AsiaNews, sulla base di dichiarazioni d monsignor Rabban al Qas, vescovo di Arbil che ha ricevuto la notizia direttamente da Mosul. I rapitori avrebbero già stabilito un contatto e avanzato delle richieste. "Il vescovo è in mano ai terroristi - dice monsignor al Qas alla agenzia missionaria - ma non sappiamo in che condizioni di salute, i tre uomini che erano con lui in macchina, tra cui il suo autista, sono state uccisi".

Le richieste dei rapitori "Non c’è stata per il momento alcuna rivendicazione del rapimento del vescovo": lo dice ad Aki-Adnkronos International il vescovo di Erbil, smentendo le voci in base alle quali i rapitori si sarebbero già fatti vivi avanzando alcune richieste. Monsignor al Qas spiega di essere in contatto con il segretario di Monsignor Raho, dal quale ha appreso la notizia del rapimento.