Iraq, video sugli ostaggi Usa

Bagdad - Quattro contractor statunitensi e uno austriaco sequestrati a novembre nel sud dell'Iraq hanno parlato brevemente e sono apparsi in discrete condizioni in un video registrato probabilmente quasi due settimane fa e recapitato all'Associated Press. Gli ostaggi, addetti alla sicurezza della società Crescent Security Group (Csg) che ha sede in Kuwait, sono stati mostrati separatamente nelle immagini e tre hanno affermato di essere trattati bene. Sono stati rapiti il 16 novembre da sospetti miliziani in divise della polizia irachena, che hanno teso un agguato a un convoglio di camion scortato da Csg lungo un'autostrada di Safwan, città di frontiera meridionale.

Il video "Il mio nome è John R. Young", ha detto un ostaggio in tuta bianca e blu, "ho 44 anni. Sono di Kansas City, Missouri. La data è 21 dicembre 2006. Sto bene, i miei amici stanno bene, siamo stati trattati bene". Un altro uomo ha detto di chiamarsi John Cote e di essere di Buffalo, New York. È apparso agitato, non a suo agio. "Non posso essere rilasciato finché i detenuti delle carceri americani e britanniche non saranno liberati" ha spiegato. Gli ostaggi, la maggior parte dei quali con le mani legate alle ginocchia, sono stati mostrati in abiti civili e hanno parlato con tono piatto e impassibile.