Irlandesi uccise, martedì l’udienza sulla scarcerazione di Vernarelli

Il tribunale del riesame di Roma esaminerà martedì 1 aprile il ricorso per la revoca della custodia in carcere presentato per conto di Friedrich Vernarelli, il trentaduenne romano che la notte tra il 17 e 18 marzo scorso aveva investito ed ucciso con la sua autovettura le turiste irlandesi Elisabeth Anne Gubbins e Mary Clare Collins in un attraversamento pedonale nei pressi di Castel Sant’Angelo. Il ricorso è stato presentato ieri mattina dall’avvocato Giovanni Marcellitti, difensore dell’uomo detenuto nel carcere di Regina Coeli per omicidio colposo, omissione di soccorso e guida in stato di ubriachezza. Il legale, in particolare, contesta l’insussistenza del pericolo di reiterazione del reato, quello che ha determinato l’emissione dell’ordinanza di custodia in carcere per Vernarelli, poichè al suo assistito è stata ritirata la patente e, quindi, non potrebbe rimettersi al volante. Non solo, per Marcellitti non sussistono neanche i pericoli di fuga dell’indagato e di inquinamento delle prove e dunque reputa la decisione del gip Figlioia estremamente severa.