Irpef, Liccardo tentenna e smentisce Pericu

Roberta Bottino

Ciò che importa è avere le idee chiare e non fare come i gamberi. Il Comune però non sembra seguire questi importanti suggerimenti. Nel tardo pomeriggio di lunedì arriva la promessa del sindaco Giuseppe Pericu di non aumentare l'addizionale Irpef. Non è passato neppure un giorno che l'assessore al Bilancio, Luigi Liccardo, fa un passo indietro. Altro che «giù le mani dal ritocco», ora il condizionale sembra nuovamente d'obbligo. «L'addizionale Irpef - dice Liccardo - non vorrei ritoccarla, non sarebbe opportuno. Però sono nella fase in cui sto sviluppando le previsioni di bilancio per il 2007. Solo dopo sarò in grado di vedere quali sono le volontà residuali». Ciò che sembrava certo, cioè il non aumento dell'Irpef, ora ritorna a vacillare sotto il peso delle casse perennemente in rosso del Comune. «Mi riservo di dare risposte quando avrò i dati delle altre entrate - continua Liccardo -. I tempi saranno brevi, entro fine settimana o al massimo la settimana prossima».
L'opposizione a Tursi ha chiesto chiarezza, e martedì 21 in sede consigliare si discuterà proprio della Finanziaria. «Un discorso da affrontare sarà anche quello legato alla imposta di soggiorno - spiega l'assessore al Bilancio -. Un tema difficile che dovrà coinvolgere tutte le associazioni di categoria, il consiglio e la giunta. Comunque si possono prevedere sconti a scalare dal primo all'ultimo giorno di vacanza per le famiglie, sconti in base alla categoria dell'albergo, o a seconda della località».
Balzelli a parte, nella sala rossa di Palazzo Tursi durante la seduta consigliare di ieri si sono sollevate polemiche in merito alla sicurezza. Il consigliere di Liguria Nuova, Remo Benzi, ha chiesto spiegazioni sul perché da tempo facciano brutta mostra di sé numerose transenne all'imbocco di Galleria Mazzini. «Interverremo al più presto - assicura l'assessore Valter Seggi -. I fondi ci sono per installare un'impalcatura che non sia impattante con la centralità e la bellezza della zona». Risposte poco rassicuranti invece sono state fornite al consigliere dell'Udc Aldo Repetto (...)