Irpef, è la Lombardia il «supercontribuente»

da Milano

La Lombardia domina la classifica del fisco nel nostro Paese. Una leadership indiscussa sia in percentuale - da sola, fornisce infatti quasi il 23% del gettito Irpef complessivo - sia in valori assoluti, con una media di 2.940 euro per abitante. Lo afferma una ricerca del Centro Studi Sintesi di Venezia, che ha elaborato una mappa della capacità fiscale a livello territoriale (dati aggiornati al 2002).
Se però consideriamo l’intera classifica, notiamo che non sempre le regioni che si distinguono per un importo significativo si caratterizzano anche per una elevata percentuale, in quanto quest’ultima dipende anche dal numero degli abitanti attivi. Spicca in particolare il caso della Valle d’Aosta, che contribuisce per lo 0,26% ma ha un gettito medio per abitante di 2.487 euro. Più omogenea la situazione di Emilia Romagna e Lazio, entrambe nelle prime posizioni, rispettivamente con 2.689 e 2.479 euro e percentuali vicine al 10 per cento.
Nelle ultime posizioni per gettito, confermando un gap peraltro già noto, troviamo le regioni meridionali: Puglia, Sicilia, Campania e Basilicata hanno una contribuzione media inferiore ai 1.200 euro per abitante, pur collocandosi a metà classifica con percentuali intorno al 5%. Infine, la Calabria, che contribuisce per l’1,7%, ha la media più bassa, con appena 981 euro pro capite. Nord in testa e Sud a fondo classifica anche nell’indice di partecipazione fiscale, cioè l’incidenza dei cittadini attivi.