Irpef, «sconto» anche sulle addizionali

Esteso dall’Agenzia delle entrate l’effetto delle nuove deduzioni per i figli a carico

da Milano

Le nuove deduzioni previste dalla Finanziaria per i figli a carico consentiranno di ridurre il reddito imponibile non solo per l'Irpef ma anche per le due addizionali, regionale e comunale. A stabilirlo è l'Agenzia delle Entrate con una circolare che introduce la novità in favore dei contribuenti con familiari a carico.
La nuova norma sulle addizionali, che vale sul 2005 e che quindi si applicherà con le dichiarazioni che devono essere presentate il prossimo anno, allinea i due tributi locali al regime Irpef: in concreto consentirà di non presentare la dichiarazione ai contribuenti che, con le nuove deduzioni sui familiari a carico, risultano già esenti dall'imposta sul reddito.
Nel dettaglio, le vecchie detrazioni per figli, coniugi e altri familiari a carico sono state trasformate in deduzioni, cioè in uno «sconto» che riduce l’imponibile ai fini Irpef. Ora l'Agenzia ha esteso l'effetto dello sconto anche alle due addizionali. «Si deve ritenere - è scritto nella circolare - che la nuova deduzione per oneri di famiglia, prevista in relazione al secondo modulo di riforma dell'Irpef, comporti la riduzione della base imponibile non solo dell'Irpef ma anche delle addizionali regionali e comunali». L’Agenzia parla di «forte valenza agevolativa» nei riguardi delle famiglie perché nel passato le detrazioni per i figli a carico potevano essere fatte valere ai soli fini Irpef. Tra gli effetti viene indicato che «qualora per lo stesso anno non risulti dovuta l'imposta sul reddito delle persone fisiche anche per effetto della nuova deduzione per oneri di famiglia, non saranno dovute neanche le relative addizionali comunali e regionali». Meno introiti per Comuni e Regioni.