Irregolare il primo gol di Trezeguet

Ascoli-Juventus: irregolare il primo gol della Juve perché Emerson, sotto gli occhi di Racalbuto, anticipa Bjelanovic toccandogli prima la gamba sinistra e poi la palla. Contrasto Paci-Vieira: non è rigore. Andava ammonito prima Vieira per un intervento duro su Tosto, ma Racalbuto lo risparmia, mostrandogli più avanti il cartellino giallo per un altro fallo meno pesante. Roma-Livorno: involontario il braccio di Vargas su tiro di Perrotta. Manca invece un penalty a Totti su intervento di Vargas che lo spintona da dietro. Netta la trattenuta per la maglia di Coco a Taddei: rigore ineccepibile. Udinese-Fiorentina: ingenuo Baronio che si fa ammonire al 20’ per un intervento su Pazzini e tre minuti dopo si ripete sul giocatore viola. Negato un rigore a Toni: Felipe lo spinge alle spalle e il viola accentua un po’ e, forse per questo, Saccani non se la sente di dargli il penalty. Empoli-Parma: su assist di Morfeo, Marchionni è tenuto in gioco da Raggi, gol regolare. Sui due gol emiliani c’è sempre Corradi in posizione di fuorigioco passivo. Contini trattiene Buscè per la maglia: giusto rigore. Chievo-Reggina: penalty ineccepibile quando Tedesco atterra da dietro il lanciato Semioli. Lecce-Inter: Diamoutene sotterra in area Cruz, come sabato aveva fatto Volpi con Inzaghi. Allora De Santis concesse il rigore, questa volta Trefoloni s’inventa il «ponte» di Cruz. Rigore non dato al Lecce per ancata di Zanetti su Cassetti.