Isa, dopo lo sbarco in India accordo con dealer tedesco

ECCELLENZE MADE IN ITALY Intanto nel cantiere di Ancona si stanno costruendo tre barche
da 50 metri. La prima sarà consegnata all’armatore tra pochi giorni

sa ha perfezionato un accordo commerciale con il gruppo tedesco Yacht Moments per la vendita in esclusiva (in Germania, Svizzera, Austria e Isole Baleari) degli yacht prodotti nel cantiere di Ancona. Quella tedesca è una società di brookeraggio, specializzata nella vendita, costruzione, charter e gestione di yacht. Con questo accordo, Cantieri Navali Isa intende potenziare la sua rete di vendita in Europa dopo lo sbarco, con buone prospettive di sviluppo, in India. L’azienda marchigiana progetta e costruisce superyacht a motore dislocanti o plananti, in acciaio o materiale composito, custom o semi-custom di dimensioni comprese tra i 32 e gli 80 metri. In questo momento il cantiere è impegnato nella costruzione di tre barche in acciaio da 50 metri ciascuna che hanno la stessa piattaforma ma sovrastrutture e stili totalmente diversi. La prima verrà consegnata a giorni, la seconda entro tre mesi e la terza nell’autunno 2012. Soddisfazione per l’accordo è stata espressa da parte di Marcello Maggi, direttore del reparto sales & marketing di Isa. Intanto sull’area fronte-mare, Isa sta realizzando [TESTO]«Ank’s Marina[/TESTO]», un ambizioso progetto che vuole essere un punto di ricettività portuale con servizi turistici. Insomma un approdo accogliente e sicuro - per un veloce pit-stop o per una sosta tecnica più lunga - con forniture di acqua, luce, carburante, assistenza tecnica professionale, servizi e collegamenti per visitare le zone turistiche interne. Oltre all’opportunità di una gradevole sosta, «Ank’s Marina» è in grado di offrire alla clientela, nazionale e internazionale, anche i servizi di emergenza e di refitting invernale. In quest’area opera la «business unit» dell’After Sale & Refit di Cantieri Navali Isa, in questi mesi molto attivo. È stato infatti portato a termine un complicatissimo lavoro di riparazione del motore di sinistra del 38 metri Proteksan, rimosso attraverso un’apertura relizzata nello scafo, revisionato da Mtu e perfettamente riposizionato in sala macchine. A breve lo yacht - dopo gli ultimi ritocchi allo scafo - tornerà a navigare. Dice Alfonso Pastorino, responsabile della divisione After Sales & Refit: «I nostri clienti possono beneficiare della stessa qualità e attenzione ai dettagli che Cantieri navali Isa impiega nella costruzione dei propri yacht e che quest’anno l’hanno portata a vincere con Mary-Yean II (60 metri, ndr) il prestigioso «Oscar della Nautica».
AR