Isae Migliora la fiducia del settore industriale

Migliora la fiducia delle imprese, peggiora l’umore dei commercianti. È un’Italia produttiva ancora spaccata in due quella che emerge dalle ultime rilevazioni dell’Isae. In dicembre, nel manifatturiero l’indice della fiducia è risalito ai massimi da giugno 2008, a quota 82,6, in parte grazie anche alle misure di stimolo per l’auto. Se gli aiuti non saranno rinnovati, il clima del comparto rischia tuttavia di peggiorare nel 2010, soprattutto se la domanda interna non migliorerà. Consumi privati deboli sono infatti causa del malumore dei commercianti. L’indice di fiducia è sceso da 101,8 a 96,9 punti. Un dato che secondo Confesercenti «evidenzia una forte difficoltà ed aspettative poco rosee per un 2010 che potrebbe replicare migliaia di chiusure» di negozi.