A Islamabad domata la rivolta dei filotalebani

Islamabad. Aveva indossato un burqa, per sfuggire alla polizia e uscire indisturbato dalla moschea, ma alla fine è stato catturato. Il piano di Maulana Abdul Aziz, capo della Moschea Rossa di Islamabad - da due giorni teatro di violenti scontri tra le forze di sicurezza pachistane e gli studenti filotalebani che vogliono imporre la sharia nel Paese - non è andato in porto. Sono oltre ventiquattro i morti e circa duecento i feriti della battaglia iniziata l’altro ieri fuori dalla moschea. Centinaia gli studenti che si sono arresi consegnandosi alla polizia.