Isola ai Navigli già da maggio

Nell’attesa di diventare isola pedonale 365 giorni l’anno, i Navigli «allungano» quella estiva. Debutto il primo maggio, in anticipo di quasi un mese rispetto all’anno scorso (quando per via delle polemiche tra residenti ed esercizi pubblici era partita solo il 27) e la domenica le auto saranno off limits già dalle ore 12 invece che alle 18, per fare spazio ai brunch all’aperto, a iniziative culturali, concerti, mini-eventi. Ieri i commercianti dell’associazione Navigli Domani (rappresentati dal delegato dell’Unione del commercio Giorgio Montingelli), il presidente del consiglio di zona 6 Massimo Girtanner, l’assessore alla Mobilità del Comune Edoardo Croci e il presidente della Commissione Mobilità Marco Osnato si sono seduti attorno a un tavolo e studiato un’ipotesi che ha messo d’accordo tutti.
Salvo sorprese, la nuova versione dell’isola estiva dovrebbe ottenere il via libera della giunta .

Le strade dei Navigli saranno isola pedonale dal primo maggio al 28 settembre. Nel periodo scolastico, chiuse al traffico dalle 18 all’una dal lunedì al giovedì, dalle 18 alle 2 il venerdì e il sabato e da mezzogiorno all’una la domenica e nei giorni festivi. Finita la scuola, la chiusura si allunga tutti i giorni fino alle due. Solo in via Ascanio Sforza, per motivi di viabilità, le transenne dal lunedì al venerdì verranno piazzate 2 ore più tardi, cioè alle 20. Novità per l’arredo urbano: sarà deciso un piano omogeneo, in modo che tutti i tavolini, ombrelloni e le bancarelle degli artigiani siano coordinati. Commercianti e consiglio di zona definiranno un palinsesto di eventi e spettacoli, ci sarà un presidio fisso dei vigili nei punti nevralgici, il parcheggio di Porta Genova sarà illuminato meglio e il muro che lo cinge verrà abbattuto e sostituito con uno più basso. «È un ulteriore test verso la piena realizzazione dell’isola pedonale nella zona - afferma Croci - e il patto per la vivibilità dei Navigli garantirà lo svolgimento dell’isola ma tutelando la tranquillità dei residenti». Soddisfatto Montingelli: «Riproponiamo l’esperienza positiva dell’anno scorso - afferma -, con un miglioramento dell’arredo urbano e un programma di eventi culturali condivisi e adeguati per la zona. Dopo la Ztl stiamo andando verso la futura isola pedonale, con iniziative specialmente la domenica che non facciano dei Navigli un’isola solo della sera».

Confermato anche il decalogo che i locali dovranno rispettare per evitare le proteste dei residenti: niente birra in bottiglia ma solo nei bicchieri di plastica dopo mezzanotte, musica all’aperto spenta dopo le 24 e dentro ai locali che fanno concerti dal vivo, stop alle 2 invece che alle 3. L’Amsa passerà subito a pulire le strade, alle 2.15.