Israele avanza in Libano: «Abbiamo vinto»

All’inizio della quarta settimana di guerra il premier israeliano Ehud Olmert - dopo aver dato il via all’offensiva di terra in Libano - ha annunciato risultati decisivi: «Se anche l'offensiva finisse oggi, potremmo comunque dire senza esitazione che il volto del Medio Oriente è stato cambiato». Olmert ha detto che non ci sarà ancora la tregua e che gli hezbollah «sono ogni giorno più deboli». L’offensiva di Gerusalemme sta impegnando migliaia di soldati nel tentativo di ripulire una fascia di almeno sei chilometri oltre confine prima che dall'Onu giunga - forse nel giro di una settimana - l'ordine di deporre le armi. Ma sulla forza di pace che dovrebbe poi subentrare scoppia la guerra interna nell’Ue: Inghilterra e Germania infatti frenano sulla richiesta di un immediato cessate il fuoco.