Israele La destra di Lieberman vuole un «giuramento di fedeltà» allo Stato

Una proposta di legge che imporrà a tutti gli abitanti un giuramento di fedeltà allo Stato israeliano, promossa dal partito di estrema destra Israel Beitenu (IB) che ha per leader il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, sarà sottoposta al voto del governo la settimana prossima, prima della sua presentazione alla Knesset. La legge, se approvata, darà al ministro dell’Interno la facoltà di non rilasciare documenti, come carte di identità e passaporti, a chi non firmerà la dichiarazione e perfino di revocargli la cittadinanza. La legge, destinata a sollevare feroci controversie, colpirà soprattutto il milione e mezzo di arabi israeliani, almeno una parte dei quali dissentono sul carattere ebraico dello Stato.