Israele e Iran mandano navi da guerra nel Mar Rosso

Gerusalemme pattuglia il confine con l'Egitto nel timore di attentati, Teheran fa sfoggio di forza militare ma ndando una nave e un sottomarino a "rassicurare" i Paesi arabi

L'Iran ha inviato una sottomarino e una nave da guerra nel Mar Rosso. Lo ha riferito il comandante della marina l'ammiraglio Habibollah Sayyari. «La flotta pattuglierà le acque e mostrerà le potenzialità della Repubblica islamica, trasmettendo un messaggio di pace e amicizia a tutti i Paesi».
La presenza della marina iraniana nella regione, scrive Press Tv sul proprio sito, «aumenterà la sicurezza di tutti i Paesi». Le navi, ha spiegato Sayyari, saranno inoltre impiegate nella lotta alla pirateria».
Subito dopo l'annuncio iraniano Israele ha dispiegato due imbarcazioni lanciamissili nelle stesse acque, ma, attraverso un portavoce delle Forze armate, ha negato un collegamento con l'iniziativa militare del suo nemico storico e inserito la mossa israeliana nell'ambito di «esercitazioni di routine». Il timore di attentati di cellule jihadiste che da Gaza si potrebbero infiltrare in Israele dall'Egitto ha, inoltre, spinto il governo Netanyahu a inviare altre due navi da guerra nel golfo di Aqaba. Lo rivela il sito web del quotidiano israeliano Yediot Aharonot.