Israele e Palestina: ok al piano Bush

Conclusi i colloqui tra Condoleeza Rice, Ehud Olmert e Abu Mazen. "Si rivedranno presto" assicura il segretario di Stato Usa

Gerusalemme - "Il premier israeliano, Ehud Olmert, e il presidente palestinese, Abu Mazen (Mahmud Abbas), torneranno ad incontrarsi presto". Lo ha dichiarato il segretario di stato Usa, Condoleezza Rice. Al termine di un incontro durato due ore e mezzo, la Rice ha letto di fronte alle telecamere un breve documento in cui ha confermato che nei colloqui è stata evocata la visione del presidente americano George W. Bush relativa a due stati (Israele e Palestina) che vivano in buon vicinato. E' stata anche affrontata la cosiddetta questione dell'orizzonte politico per i palestinesi. La Rice ha quindi reso noto che tornerà presto nella Regione per proseguire l'esame di quelle questioni.

Segnale positivo Malgrado le premesse tutt'altro che incoraggianti, qualche elemento positivo è emerso dal vertice a tre di oggi a Gerusalemme. Secondo quanto annunciato dal segretario di Stato americano, sia il premier israeliano sia il presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese si sono trovati concordi sulla soluzione di due Stati, indipendenti, sovrani e in grado di convivere pacificamente l'uno accanto all'altro, per risolvere il pluridecennale conflitto in Medio Oriente. Tutte le parti, ha aggiunto Rice, hanno rinnovato il proprio impegno in tale direzione.