Israele elimina 6 miliziani di Hamas

Gerusalemme. Un missile israeliano lanciato da un caccia ha ucciso ieri dei militanti del movimento radicale islamico di Hamas nei pressi del campo profughi di al-Bureij, nella parte centrale della Striscia di Gaza. Hamas ha identificato tutte e sei le vittime come membri della propria ala militare. Uno dei morti era Mohammed Abu Arab, uno dei responsabili delle azioni militari. L’aviazione dello Stato ebraico, secondo quanto precisato da un portavoce delle Forze armate, ha condotto l’attacco dopo che gli occupanti del veicolo avevano lanciato, in mattinata, alcuni razzi di fabbricazione artigianale contro Israele. Hamas ha ammesso di avere sparato colpi di mortaio contro lo Stato ebraico, ma non razzi. Nel giugno scorso il movimento integralista islamico ha sconfitto le milizie rivali di al Fatah e ha preso il controllo della Striscia di Gaza, dal cui territorio i miliziani di Hamas continuano a lanciare razzi verso israele. Sono migliaia i colpi sparati su cittadine e comunità agricole: ingenti i danni materiali, poche le vittime.