Israele, giovane e già grande

«Uno Stato giovane ma per forza grande»: il riferimento è a Israele. E proprio in occasione dei 60 anni dello Stato ebraico il bimestrale dei conservatori contemporanei, Con, ha dedicato l’editoriale a questo tema per la firma di Italo Bocchino, vicepresidente vicario del Pdl alla Camera. «Una Nazione di 60 anni è giovane. Ma per Israele il discorso è diverso. Nata dopo millenni di persecuzioni, difficoltà, ghettizzazioni, lo Stato ebraico è un modello di democrazia matura e forte» scrive Bocchino. E rievoca la temperie di ieri e di oggi, l’ostilità della sinistra e la difficoltà di essere ebrei di sinistra oggi, i grandi legami con l’Europa, l’atteggiamento degli Usa. Proprio mentre Israele compie 60 anni.