Israele: nel 2006 dai kamikaze solo 2 attentati

da Gerusalemme

Il muro voluto da Ariel Sharon per proteggere Israele dai terroristi sembra essersi rivelato utile: nel 2006 i guerriglieri palestinesi sono riusciti a realizzare in territorio israeliano solo due attentati kamikaze, che hanno provocato complessivamente la morte di 11 persone. Lo ha reso noto l'esercito dello Stato ebraico. Entrambi gli attacchi hanno avuto luogo nel mercato di Nevè Shaanan, a Tel Aviv.
Secondo queste statistiche, riferite ieri dalla stampa, nel 2006 l'esercito israeliano ha arrestato 187 aspiranti kamikaze. Il numero complessivo di palestinesi arrestati nel 2006 per attività legate all’intifada è di 4.110: nell'anno precedente era stato di 3602.
Il maggior successo dell'esercito israeliano, secondo questi dati, è di aver inferto un duro colpo alle infrastrutture militari della Jihad islamica nella Samaria (Cisgiordania settentrionale), in particolare nella zona compresa fra Nablus, Jenin e Tulkarem. È stato comunque notato che sono considerevolmente aumentati gli ordigni deposti ai margini delle strade.