Da Israele raid aereo su Gaza Scontri: morti 6 palestinesi

Raid aereo in risposta al lancio di Qassam. Scontri tra l'esercito israeliano e i militanti delle diverse fazioni palestinesi nei Territori: sei persone hanno perso la vita in episodi differenti, tre nella Striscia di Gaza, due in Cisgiordania

Gaza - Israele ha lanciato un raid aereo sulla Striscia di Gaza su una postazioni di lancio di Qassam come rappresaglia a un razzo caduto sul territorio israeliano, a Sderot. Ne hanno dato notizia fonti dell’esercito dello Stato ebraico. L’aeronautica israeliana ha colpito due postazioni di lancio a Beit Hanun nel Nord della Striscia di Gaza dopo che un razzo aveva colpito, senza causare vittime, la periferia orientale di Sderot, nel sud dello Stato ebraico. La Jihad islamica ha rivendicato il lancio dell’ordigno. Si tratta del primo raid degli aerei con la Stella di David da quando Hamas, dopo alcuni giorni di sanguinosi scontri, ha assunto il controllo totale dell’enclave. Sempre nella Striscia di Gaza i soldati israeliani avevano ucciso sei palestinesi in una serie di scontri con militanti di diverse fazioni.

Sei morti Dopo la sanguinosa battaglia dei giorni scorsi tra fazioni rivali palestinesi oggi sono ripresi gli scontri con le truppe israeliane. I soldati dello Stato ebraico hanno ucciso sei militanti tra la Cisgiordania e la Striscia di Gaza. Quattro sono morti nell’enclave costiera nel primo confronto armato con i soldati israeliani da quando la scorsa settimana Hamas ne assunse il controllo. Ne danno notizia fonti militari israeliane e fonti mediche palestinesi. A Khan Yunis, nella parte meridionale della Striscia di Gaza, due membri Brigate Ezzedine al Qassam, braccio armato di Hamas, un membro della formazione radicale comitato popolare di resistenza e un militante delle Brigate al Quds, ala militare della Jihad islamica, sono stati uccisi dai militari dello Stato ebraico. I vertici dei gruppi coinvolti nell’azione hanno dichiarato che i loro uomini hanno attaccato le truppe israeliane che erano penetrate di circa un chilometro nella Striscia. A nord dell’enclave un militare israeliano è rimasto seriamente ferito durante un’incursione dell’esercito penetrato nel corso della notte con alcuni carri armati per alcune centinaia di metri oltre il confine dal valico di Kissufin. In Cisgiordania, nei pressi di Jenin, due ricercati palestinesi sono stati uccisi all’alba nel corso di un blitz condotto da un’unità speciale israeliana. I due, secondo fonti israeliane, avevano aperto il fuoco contro i soldati che erano andati ad arrestarli.