Israeliano e palestinese suonano insieme per la pace

Due pianisti, un palestinese e un israeliano, suoneranno insieme «note di pace» nel conservatorio di Santa Cecilia. Lunedì sera, infatti, l’israeliano di origine russa Netanel Bass, di appena 16 anni, e il palestinese Bishara Harouny, di 23, vincitori del concorso pianistico internazionale «Roma per Gerusalemme», terranno un concerto a ingresso gratuito nella sala accademica del conservatorio. «Il concerto - spiega Francesco Saverio Galtieri, organizzatore dell’evento -, fa parte del progetto “Note di pace”, che prevede l’apertura nei prossimi mesi del centro culturale del campo profughi di Aida a Betlemme e Gerusalemme per il concorso nazionale dei giovani musicisti palestinesi intitolato a Marcel Khalife». Il Campidoglio promuove questa iniziativa per la pace in Medio Oriente da due anni, attraverso la scuola di musica «Magnificat», fondata nel ’95 dai francescani di Gerusalemme della Custodia di Terra Santa, nell’ambito del concorso pianistico «Carlo Tavasani», quest’anno alla settima edizione.