Iss urta detrito spaziale: evacuati i due astronauti

I tre astronauti che erano all'interno della stazione spaziale internazionale sono passati a bordo della capsula d'emergenza. Lo spostamento "precauzionale", poi il cessato allarme

New York - La Stazione spaziale internazionale è stata evacuata "per misura precauzionale" dopo l’urto con un piccolo frammento spaziale. I tre astronauti sono ora nel veicolo d’emergenza. Lo ha annunciato la Nasa. I tre astronauti a bordo della Stazione sono stati fatti trasferire nel veicolo di soccorso Soyouz, nell’attesa del passaggio di frammenti spaziali del motore di un vecchio satellite, che potrebbero creare danni alla base orbitante. La procedura viene definita sul sito della Nasa una misura di precauzione destinata a durare solo il tempo del passaggio dei detriti, e non vengono indicati per il momento pericoli specifici.

Cessato allarme Cessato allarme sulla Stazione spaziale internazionale. Il detrito che minacciava di danneggiarla, mettendo a rischio la sicurezza degli astronauti, l’ha superata senza urtarla. Gli astronauti, che per precauzione erano stati fatti trasferire a bordo della capsula Soyuz sempre pronta come "scialuppa di salvataggio" per eventuali emergenze, sono ritornati nella stazione. Il detrito, frammento del motore di un satellite, era grande poco più di un centimetro, ma se avesse perforato la struttura della stazione avrebbe potuto provocare una catastrofe, ha detto il portavoce della Nasa Josh Byerly. L’emergenza è durata in tutto dieci minuti, fra le 17,35 e le 17,45 italiane. Anche il portavoce del centro di controllo russo, Valery Lyndin, ha riferito la manovra d’emergenza, confermando che i tre astronauti sono tornati al loro posto, passato il pericolo.