Ist, commissariamento finito

L'Istituto Tumori di Genova chiude il lungo periodo di commissariamento, iniziato nel 1994, resta ente a carattere scientifico di rilevanza nazionale e si dota di una nuova struttura direttiva e decisionale. È quanto prevede la legge regionale approvata ieri dal Consiglio Regionale che stabilisce le regole per l'ordinamento degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) della Liguria «non trasformati in fondazione».
L'altro Irccs della Regione è l'Istituto Giannina Gaslini, per il quale la decisione di diventare o meno fondazione sarà presa definitivamente entro breve d'intesa con la Fondazione Gaslini.
Montaldo ha recepito la proposta del consigliere Claudio Gustavino (Margherita) di fare pressioni sul governo affinchè la ripartizione delle risorse per la ricerca scientifica vengano distribuite in modo equo. L'Ist, hanno ricordato Montaldo e Gustavino, attende 100 milioni quest'anno e 380 milioni di bilanci pregressi.
La legge, composta da undici articoli, prevede tra l'altro che il commissario straordinario resti in carica fino alla nomina del direttore generale, che sarà nominato dalla Regione entro 30 giorni dall'entrata in vigore della norma e che assumerà tutte le funzioni fino alla costituzione dei vari organi dell'ente.