Istat, il deficit pubblicoscende al 2,7% del Pil

Il dato è in lieve calo, di 0,8 punti percentuali, rispetto allo stesso periodo del 2010. Positivo anche dato sui 9 mesi

Nel terzo trimestre del 2011 l'indebitamento netto dell'amministrazione pubblica è stato pari al 2,7% del Prodotto Interno Lordo. Il valore, da quanto emerge dalla rilevazione dell'Istat, è inferiore di 0,8 punti percentuali rispetto a quello che era stato registrato nello stesso trimestre del 2010.

Il saldo primario, ovvero l'indebitamento al netto degli interessi passivi, è risultato passivo, pari a 6.615 milioni di euro, con un'incidenza sul Pil dell'1,7%. Il saldo corrente è stato di -494 milioni di euro. In calo le uscite totali, dello 0,4% in termini tendenziali. In aumento le uscite totali, dello 0,5%, diminuite del 12,1% quelle in conto capitale.

Nei primi nove mesi del 2011 il rapporto tra indebitamento netto e Pil si è fermato al 4,3%, 0,3 punti percentuali in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.