Istat, disoccupazione in calo nel primo trimestre Ma quella giovanile è a quota 29,6%: è record

Nel primo trimestre del 20110 la disoccupazione cala e raggiunge quota 8,6% (rispetto al 9,1% del primo trimestre dell'anno precedente). Al contrario, il tasso di disoccupazione giovanile aumenta (29,6%): è il più alto dal 2004

Il tasso di disoccupazione nel primo trimestre del 2011 è sceso a quota 8,6% (era 9,1% nel primo trimestre 2010). Lo rileva l’Istat che precisa come l’indicatore diminuisca per gli uomini (-0,2 punti percentuali) e, in misura più ampia, per le donne (-0,9 punti percentuali). Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) invece nel primo trimestre del 2011 sale a 29,6%, dal 28,8% dello stesso periodo del 2010, con un picco del 46,1% per le donne del Mezzogiorno. Lo comunica l’Istat, aggiungendo che si tratta del tasso di disoccupazione giovanile più alto dall’inizio delle serie storiche omogenee, ovvero dal 2004, in base a confronti annui.