Istat, disoccupazione giù Ad aprile scende all'8,1%

Il tasso di
disoccupazione è sceso all’8,1% ad aprile, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto a marzo. Su base annua si registra una discesa di 0,6 punti percentuali

Roma - Il tasso di disoccupazione è sceso all’8,1% ad aprile, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto a marzo. È quanto risulta dai dati provvisori diffusi dall’Istat. Su base annua si registra una discesa di 0,6 punti percentuali. Ad aprile 2011 gli occupati sono pari a 22 milioni e 895 mila unità, in diminuzione dello 0,3% (71 mila unità in meno) rispetto a marzo, dopo il forte aumento del mese precedente. La flessione interessa sia la componente maschile che quella femminile.

Nel confronto con l’anno precedente l’occupazione è sostanzialmente stazionaria (-0,1%). Il tasso di occupazione è pari al 56,9%, in calo di 0,2 punti percentuali rispetto sia a marzo 2011 sia ad aprile 2010. Il numero dei disoccupati, pari a 2 milioni e 5 mila unità, diminuisce del 2,9% rispetto a marzo (60 mila unità in meno). Anche in questo caso la caduta riguarda sia la componente maschile che quella femminile.

Su base annua il numero di disoccupati cala del 7,6% (-164 mila unità). A fronte della discesa degli occupati e disoccupati, gli inattivi tra i 15 e i 64 anni aumentano dell’1,0% (152 mila unità in più) rispetto al mese precedente, portando il tasso di inattività al 38,1%, 0,6 punti percentuali in più rispetto ad aprile 2010.