Istat: male i conti pubblici deficit al 2,1% a settembre

Dall'1,2% dello stesso periodo del 2007 l'indebitamento delle pubbliche amministrazioni rispetto al prodotto interno lordo arrivando a livelli preoccupanti

Roma - L’indebitamento netto delle pubbliche amministrazioni è salito nei primi 9 mesi del 2008 al 2,1% rispetto al pPil. Era all’ 1,2% nello stesso periodo 2007. Lo comunica l’ Istat. Nel terzo trimestre l’indebitamento si è attestato allo 0,9% contro lo 0,6% del terzo trimestre 2007. Nel terzo trimestre 2008 - spiega l’Istat - il saldo corrente cioè il risparmio è risultato pari a 8,3 miliardi in calo rispetto ai 10,2 del terzo trimestre 2008 con una incidenza sul pil pari al 2,2% (+2,7 nello stesso trimestre 2007). Complessivamente nel primi nove mesi il saldo corrente risulta positivo pari allo 0,8% (+1,9% nei primi nove mesi dell’anno precedente). Il saldo primario, cioè l’indebitamento al netto degli interessi passivi è risultato pari a 16,4 miliardi (16,7 nel 2007) con una incidenza sul pil del 4,3% (+4,4% nello stesso trimestre 2007). Nei primi nove mesi 2008 il saldo primario rispetto al pil risulta positivo e pari al 3% (+3,8% nello stesso periodo dell’anno precedente).