Istituita anche l’unità di crisi

Per il Capodanno 2010 il Comune ha costituito una unità di crisi per monitorare il territorio della Capitale durante la lunga notte di San Silvestro». L’organismo - si legge in una nota - sarà attivo nella Sala delle Bandiere a partire dalle ore 21 di oggi e fino a domani mattina e «vigilerà sulle possibili problematiche dovute all’afflusso di persone e ai conseguenti problemi di mobilità, fornendo informazioni in tempo reale e dando immediata attuazione agli interventi ritenuti necessari. Composta da rappresentanti delle varie strutture comunali, delle società municipalizzate, degli enti e delle società incaricate di pubblici servizi, l’unità di crisi avrà il ruolo di cabina di regia con potere decisionale per fronteggiare eventuali emergenze. L’organismo è presieduto dal sindaco o in sua assenza dal delegato alle politiche della sicurezza ed è coordinato dal gabinetto del sindaco. È organizzato in cinque aree funzionali: mobilità (con polizia municipale, Atac, Metro, Trambus), servizi di pubblica utilità (Ama, Acea, Italgas), assistenza alla popolazione (protezione civile, dipartimento politiche sociali, Ares 118), comunicazione (ufficio stampa, Zetema, tecnologie e servizi informatici, Telecom).