Istituto dei ciechi Premio Isimbardi a cittadini e associazioni

«È un momento in cui Milano ringrazia i cittadini che si mettono al servizio del prossimo con generosità e passione». Così Filippo Penati, il presidente della Provincia, ha sintetizzato lo spirito della 54° Giornata della Riconoscenza, celebrata ieri all'Istituto dei Ciechi di via Vivaio. I cittadini e le associazioni che si sono distinti per il loro operato nei più svariati campi d'attività hanno ricevuto il Premio Isimbardi. Si va dal giornalismo (Toni Capuozzo ha meritato il riconoscimento per la sua partecipazione al Premio giornalistico Enzo Baldoni, istituito dalla Provincia per ricordare le vittime del terrorismo) alla musica (con il gruppo legnanese dei Finley, rivelazione del pop punk), dall'economia (ha ricevuto la medaglia d'oro anche Tito Boeri, docente alla Bocconi e già senior economist all'Ocse) alla cultura. È stata sottolineata l'attività della Biblioteca Ambrosiana, a sua volta insignita del premio. Da lì nascono molti progetti che ravvivano il panorama culturale meneghino. L'ultima di queste iniziative è stata presentata durante la Giornata della Riconoscenza da monsignor Marco Ballarini, dottore dell'Ambrosiana: la divulgazione delle novelle di Leonardo da Vinci. Un attore del Piccolo Teatro ha letto le novelle leonardesche.