Un istituto in espansione nonostante la crisi

In una fase non certo positiva per l’economia, il gruppo Veneto Banca sta dimostrando di essere una realtà molto solida e dinamica, in grado di affrontare con sicurezza e fiducia il «mare in tempesta» del mercato e di non far mancare liquidità per privati, famiglie e imprese. Forte dei risultati costantemente positivi da più di 10 anni, il gruppo ha voluto dare un segnale di fiducia continuando a crescere anche in un momento di congiuntura fortemente negativa, con due operazioni che confermano l’attenzione al radicamento territoriale: le intese con Carifac (Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana) e BancApulia. Con tali accordi, siglati rispettivamente alla fine del 2008 e all’inizio del 2009, al gruppo si uniranno presto due realtà locali che ne condividono appieno la mission: fornire servizi di qualità e generare, con etica e responsabilità, valore nel tempo per soci, clienti e dipendenti. Si tratta di due banche radicate nei propri territori di riferimento, con le quali inizierà presto un percorso che porterà a unire il Nord Est, dove opera Veneto Banca, al Sud Est, con Banca Meridiana.
A Nord Ovest, invece, il gruppo punta a rafforzare ulteriormente Banca Popolare di Intra, che ha recentemente potenziato la propria rete commerciale aprendo nuove filiali e incorporando Banca Popolare di Monza e Brianza e Banca di Bergamo.