Istituto Tumori e Besta in arrivo 361 milioni

Trecentosessantunomilioni di euro per elevare il livello di assistenza del sistema sanitario lombardo in campo neurologico e oncologico. Li prevede il Protocollo d'intesa tra Regione e Inail,sottoscritto ieri al Pirellone dal governatore Roberto Formigoni e dal presidente Inail Vincenzo Mungari alla presenza del direttore sanitario dell'Istituto nazionale dei Tumori Alessandro Rampa e dal commissario dell'Istituto nazionale neurologico Carlo Besta, Graziano Arbosti. Il Protocollo individua infatti proprio nei due istituti le strutture sulle quali indirizzare prioritariamente i piani d'investimento e i finanziamenti, già disponibili entro l'anno, rispettivamente di 241 e 120 milioni di euro. «Con questa firma - ha detto Formigoni - facciamo un importante passo in avanti per garantire sempre più l'eccellenza del nostro sistema sanitario, a vantaggio dei lombardi e di tutti gli italiani. Per questo abbiamo scelto due istituti di cura e ricerca con una grande tradizione». I 241 milioni destinati all'Istituto Tumori porranno il complesso ospedaliero all'avanguardia nel campo della cura e della ricerca, mettendolo in grado di competere ed interagire con la rete nazionale ed internazionale dell'area oncologica. Al Besta saranno invece destinati 120 milioni per realizzare una nuova strutturai cui lavori termineranno entro il 2009 e che verrà realizzata su un'area, alla Bicocca, di 34mila metri quadri, 9mila dei quali di verde.