Istruzioni per l’ultimo viaggio

Le «laminette orfiche» sono lamine d’oro con iscrizioni databili al IV-III secolo a.C. con istruzioni per il viaggio nell’Oltretomba. In esse la dea Mnemosyne (Memoria) garantisce gli iniziati contro l’oblio che li condannerebbe alla metempsicosi. Eccone un brano.

«Di Mnemosine è questo sepolcro. Quando ti toccherà di morire/ andrai alle case ben costrutte di Ade: c’è alla destra una fonte,/ e accanto ad essa un bianco cipresso diritto:/ là scendendo si raffreddano le anime dei morti./ A questa fonte non andare neppure troppo vicino;/ ma di fronte troverai fredda acqua che scorre/ dalla palude di Mnemosine, e sopra stanno i custodi,/ che ti chiederanno nel loro denso cuore/ cosa vai cercando nelle tenebre di Ade rovinoso./ Di’ loro: sono riarso di sete e muoio; ma date, date subito,/ fredda acqua che scorre dalla palude di Mnemosine.../ e infine farai molta strada, per la sacra via che percorrono/ gloriosi anche gli altri iniziati e posseduti da Dioniso...»
(traduzione di Giorgio Colli)