Isvap Giannini: «La bancassurance ha ancora un futuro»

Il modello distributivo basato sulla bancassurance, messo in discussione dalla crisi finanziaria, non è da abbandonare. Lo ha detto ieri il presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini nel suo intervento al convegno «Assicurazioni e sistema Italia», promosso dal Giornale delle Assicurazioni. «Non significa che questo modello distributivo sia da abbandonare; può invece continuare a svolgere un ruolo importante nella distribuzione dei prodotti standardizzati vita e rivestire un ruolo crescente in quelli danni (sempre standardizzati), in un contesto tuttavia di maggior peso della componente assicurativa sia nella partnership sia, di conseguenza, nella politica assuntiva e distributiva», ha detto Giannini. Giannini ha poi affrontato il tema del terremoto in Abruzzo che ha riacceso il dibattito sulla proposta di introduzione di un regime assicurativo privato per la copertura, almeno parziale, dei danni conseguenti a calamità naturali. Sullo stesso argomento il presidente Ania, Fabio Cerchiai, ha chiesto al governo un tavolo di discussione. «Ci rivolgiamo al governo per dire: apriamo questo tavolo, anche con Confindustria, per ragionare non sull’emergenza ma sul lungo periodo».