ItalCard Free, ecco la carta proprio per tutti

Acquistare quello che si desidera senza andare in giro con il portafogli pieno di contanti, sia in Italia sia all’estero. Fare acquisti o giocare su Internet senza preoccupazioni sulla sicurezza. Poter fare tutto questo senza rischi di sorprese sull’estratto conto, perché al massimo si spende quello che si è deciso a priori. Ecco cosa consente una «carta di credito ricaricabile», uno strumento per i pagamenti alternativo al contante con un tasso di crescita superiore a quello degli altri tipi di carte.
Tra i pochi esempi di ricaricabili slegate da un conto corrente presso una banca spicca ItalCard Free, carta lanciata da Confitalia. ItalCard Free, che fa parte del circuito Visa Electron, si pone di diretta concorrenza con Postepay di Poste Italiane, una competizione giocata sul piano dei costi, della distribuzione e dei servizi. Quali sono i principali punti di forza della nuova carta, protagonista di una frizzante attività di comunicazione che l’ha trasformata quasi in un fenomeno di costume?
«L’acquisto - spiega Gian Carlo Francescon, consigliere di Confitalia - costa in tutto 25 euro per tre anni». L’adesione può essere fatta da chiunque sia in possesso di documento d’identità e codice fiscale, compreso chi è protestato o non può avere una carta di credito tradizionale, o una persona extracomunitaria, che può inviare denaro ai propri familiari senza avere spese extra.
«Le ricariche sono gratuite presso tutti gli ItalCard Point distribuiti nel Paese, mentre quelle effettuate presso sportelli bancari, Bancomat o altri tipi di punti vendita convenzionati possono avere un costo minimo (generalmente tra i 2 e i 3 euro, ndr) che noi rimborsiamo a chi lo richiede via e-mail o tramite numero verde».
ItalCard Free consente ricariche da 25 fino a 5.000 euro alla volta (se si caricano 5.000 euro occorre però attendere due giorni prima di poter effettuare una successiva ricarica). Le ricariche possono essere eseguite presso tutti i punti vendita Sisal. Grazie alla partnership con Quinto Facile - socio al 40 per cento e con cui è stato realizzato un aumento di capitale a 20 milioni di euro - Confitalia ha potuto aggiungere ulteriori 500 punti vendita al Sud. Tra le altre alleanze strategiche si segnala anche quella con Mondadori, nei cui Multi Center sono presenti corner dedicati dove è possibile acquistare un free pack per la preattivazione della carta. E per quanto concerne i servizi aggiuntivi? Molta attenzione è posta all’attivazione di convenzioni che permettono ai clienti di ottenere sconti molto interessanti presso alberghi, ristoranti, autonoleggi, centri di fitness, negozi di abbigliamento, cinema, teatri, parchi tematici e altri esercizi. «Confitalia - sottolinea Francescon - ha come core business quello di soddisfare i clienti fornendo loro servizi di qualità in quantità sempre maggiore. A noi non interessa indebitare i consumatori, ma aiutarli a essere padroni delle proprie finanze con uno strumento comodo, conveniente e sicuro, alternativo al contante». Tali concetti sono declinati in un’intensa attività di comunicazione che abbraccia molti tipi di media. Questa estate è stata praticamente «brandizzata» la Riviera adriatica. In questo momento il marchio ItalCard è presente in tutte le località sciistiche. Cartelloni sono presenti nei principali aeroporti (tra cui Ciampino e, agli inizi del prossimo anno, Fiumicino, Malpensa e Linate). A gennaio debutterà un’originalissima serie di spot tv 3D realizzati dal regista Renzo Martinelli con l'agenzia di pubblicità Primadv. Confitalia è, infine, impegnata con entusiasmo anche ad ampliare la propria rete di vendita attraverso il reclutamento di collaboratori esterni e di ItalCard Point. Per informazioni in questo senso scrivere a dir.fin@confitalia.it. oppure visitare il sito www.italcard.it.