Italease, arriva Benassi: «Azione di responsabilità dovere del nuovo cda»

L’assemblea di Banca Italease ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione - che ha provveduto a nominare Lino Benassi presidente e a confermare Massimo Mazzega amministratore delegato - ha dato incarico allo stesso cda di deliberare un aumento di capitale a pagamento, in una o più volte entro 12 mesi, per un importo massimo di 700 milioni. «Nel futuro - ha dichiarato Mazzega al termine dell’assemblea - c’è innanzitutto il rafforzamento patrimoniale e poi la rivisitazione di tutti gli aspetti positivi di Banca Italease, cioè quello di essere una società multiprodotto, multicanale e multibrand». Sul futuro, l’ad ha specificato che «si sta lavorando per elaborare un piano industriale “stand alone”, basandoci sulle nostre autonome capacità». Il presidente uscente, Lucio Rondelli, ha detto che sono «diverse» le manifestazioni d’interesse ricevute da Banca Italease da potenziali nuovi soci. «La banca ha in corso approfondimenti e analisi dell’operatività in derivati. Sta emergendo un quadro sensibilmente diverso da quello finora immaginato» ha aggiunto scusandosi di non poter essere più esplicito a causa delle indagini in corso da parte della magistratura. Il neopresidente Benassi ha detto che valutare l’opportunità di un’azione di responsabilità contro la passata gestione di Italease è un «dovere» del nuovo cda.