Italease cresce E Profilo va in Svizzera

da Milano

Shopping in Svizzera e più utili per Banca Profilo, le trattative con FonSai per Italease: prosegue il fermento tra le medie realtà creditizie del Paese.
Italease fiduciosa su Fonsai. È «buono» l’andamento del primo trimestre di Italease che ritiene «molto vicini, raggiungibili» gli obiettivi del piano industriale al 2008 anche se al momento non prevede alcuna revisione. A tracciare il quadro agli analisti è l’amministratore delegato Massimo Faenza, ricordando che il gruppo sta studiano un accordo con BancaSai (gruppo Fonsai): «La trattativa può avere possibilità di riuscita», ha proseguito Faenza, specificando che nel progetto rientrano BancaSai, Finitalia e Sai Asset Management. Quanto infine ai rapporti con Coppola, Italease ha «circa 51 milioni sul leasing immobiliare e 14 milioni sul leasing nautico» dove «ha il 50% di anticipo sulle imbarcazioni».
Profilo «vuole» la Svizzera. L’amministratore delegato Sandro Capotosti imprime una spinta internazionale a Banca Profilo che ha chiuso il 2006 con profitti lordi in salita del 12,2% a 26,6 milioni (meno 28,2% l’utile netto) e un risultato della gestione operativa migliorata del 35 per cento. L’obiettivo in Svizzera è la Societé Bancaire Priveé: la due diligence è in corso ma Profilo ha stretto un accordo con i soci di riferimento del gruppo di private banking per acquisire il 60% del capitale a un prezzo di 97 milioni di franchi (60 milioni di euro). Il pagamento sarà per il 10% in contanti e per il 90% tramite azioni Banca Profilo di nuova emissione a un prezzo unitario di 3 euro.