Italease crolla in Borsa (-20%)

Fondi in ritirata dopo l’allarme derivati. In bilico l’ad Faenza

da Milano

Piazza Affari fa scattare l’allarme derivati per Italease che, dopo ripetute sospensioni al ribasso, crolla del 19,98% a 29,27 euro tra scambi per il 12,89% del capitale. Giù anche il principale socio Bpvn (meno 3,54% a 21,7). Il mercato è preoccupato per il raddoppio, verificatosi negli ultimi mesi, dei rischi sulle posizioni in derivati di Italease (400 milioni di euro) e traduce questa cifra in un atto di «sfiducia» verso l’ad Massimo Faenza. Da qualche settimana il top manager è rimasto imbrigliato anche nella vicenda giudiziaria di Danilo Coppola.
Ieri ad appesantire Italease, tornata sui livelli di febbraio 2006, sono stati gli stessi hedge fund che avevano spinto il titolo negli ultimi anni, oltre alle pagelle negative di Chevreux, Euromobiliare e Kbw. Ora si guarda al 7 giugno, quando il cda dovrà valutare l’approfondimento, svolto dal presidente Lucio Rondelli, sulle responsabilità del gruppo nella vicenda Coppola. Nelle scorse settimane i grandi soci hanno confermato l’appoggio a Faenza ma la sua posizione appare ora più difficile. Tanto che si rincorrono voci di potenziali successori: a partire dall’ex direttore generale di Popolare Intra, Giuseppe Grassano.