Italease lascia la Borsa Al Banco il 30 per cento

Dopo oltre 40 anni di attività la parabola di Banca Italease si chiude con l’uscita forzata dal listino di Piazza Affari e con un piano di salvataggio messo a punto dalle banche popolari azioniste che prevede lo smembramento e la creazione di due nuove società: una la «bad bank» e l’altra quella in attivo. Dopo una giornata di riunioni fiume dei consigli delle banche azioniste - praticamente in simultanea tra Verona, Modena, Milano e Sondrio - sotto la regia del Banco Popolare, primo azionista con il 30%, i soci hanno così lanciato l’ultimo salvagente volto a rimettere in carreggiata la propria partecipata.