«In Italia ci vuole la poligamia per legge»

«La poligamia? Magari, permetterebbe di risolvere i problemi di migliaia, anzi di milioni di persone». Lo ha detto Mohammed Bahà el-Din Ghrewati, 56 anni, fondatore dell’Ucoii, l’Unione delle comunità ed organizzazioni islamiche in Italia e volto noto dell’Islam integralista italiano. La dichiarazione del medico omeopata siriano è stata raccolta dal Tg1 di domenica in un’intervista quasi ignorata dai politici italiani di centrosinistra ma accolta con stupore dagli altri leader musulmani nel nostro Paese. Nove dei sedici membri della Consulta islamica hanno infatti rilasciato un duro comunicato di condanna: «La poligamia non rappresenta in alcun modo un’esigenza reale dei musulmani».