«Italia dei valori» volta le spalle al sindaco Borea

Sempre più irto di ostacoli il cammino della giunta di Sanremo guidata da Claudio Borea: ai partiti e ai singoli consiglieri che hanno voltato le spalle alla squadra di governo della città dei fiori si aggiunge, nelle ultime ore, anche «Italia dei valori». Il movimento che fa riferimento al ministro Antonio Di Pietro, pur non avendo rappresentanti in consiglio comunale, aveva sempre sostenuto l’esperienza amministrativa di Borea. «Ma ora basta - sottolinea un documento di Italia dei valori -. Nel 2004 avevamo appoggiato con entusiasmo l’attuale sindaco fin dalla campagna elettorale. Dopo tre anni siamo delusi perché Borea ha fallito su tutti i fronti: nei rapporti con le forze politiche amiche, con i dipendenti comunali e, ancora più grave, con i cittadini. Non c’è stato quel “risveglio“ della città che molti si aspettavano, anzi la litigiosità della maggioranza ha portato a un dannoso blocco amministrativo». Non basta: Italia dei valori parla anche dell’«aspetto più riprovevole, la disinvoltura del sindaco che pur di rimanere in sella non ha lesinato nulla di un repertorio quasi dimenticato di Prima Repubblica». In conclusione, Idv ritiene «conclusa la commedia» e invita Borea alle dimissioni, «in vista di nuove elezioni».