Italia e Austria più vicine grazie al sistema «Go Pass» Un unico apparato velocizza i pedaggi. E chi «salta» il casello adesso può pagare on-line

Da circa un mese 400 autotrasportatori che viaggiano frequentemente lungo la direttrice Germania-Austria-Italia, sperimentano il servizio di pagamento dinamico del pedaggio sulla rete autostradale italiana e austriaca utilizzando il «Go Pass», un unico apparato di bordo al posto dei due distinti dispositivi. Autostrade per l’Italia, con la collaborazione dell’Autostrada del Brennero e di Asfinag (l’ente austriaco responsabile per la progettazione, costruzione e gestione delle autostrade e superstrade austriache e per la raccolta del pedaggio su oltre 2.060 km di rete), ha attuato il programma di sperimentazione del servizio in linea con i programmi della Direttiva europea 2004/52 sull’interoperabilità dei sistemi di telepedaggio. La collaborazione tra Autostrade e Asfinag risale ai primi anni del 2000 per la realizzazione del sistema di riscossione dinamica del pedaggio sulla rete austriaca, sistema interamente finanziato, progettato, realizzato e avviato nel 2004 da Autostrade per l’Italia.
Go Pass è il primo servizio di interoperabilità tecnica tra i diversi sistemi di pagamento dinamico del pedaggio utilizzati sulle reti autostradali di due Paesi europei. L’apparato, sviluppato da Autostrade per l’Italia, consente il dialogo con diversi standard adottati in Europa per il pedaggio. Con questa collaborazione Asfinag e Autostrade per l’Italia, intendono consolidare il ruolo chiave ricoperto dalle due concessionarie a livello europeo nella fornitura di servizi ad alto valore aggiunto ai guidatori trans-europei. Da alcune settimane, intanto, chi ha avuto problemi al casello nel pagamento, potrà farlo anche on-line. I clienti possono accedere al servizio dall’home page del sito www.autostrade.it e sarà possibile pagare con carta di credito Visa e Mastercard senza costi aggiuntivi.