In Italia e dall’estero tutti i segreti per spendere meno

Gli operatori hanno elaborato prezzi speciali per scaricare dati

da Milano

Con le vacanze c’è la necessità di continuare a seguire il flusso di lavoro o, semplicemente, di scaricare le e-mail dal portatile. In questo caso la sottoscrizione di un pacchetto per la navigazione in internet attraverso l’uso del cellulare rappresenta una facile soluzione.
Vodafone con 20 euro al mese consente di scaricare, nell’arco di 30 giorni, 500 Mb una quantità di dati davvero più che sufficiente per le mail. Tim propone Web Facile che copre il traffico Gprs-Edge-Umts. Consente di scaricare fino a 400Mb di traffico internet nei 30 giorni successivi all’attivazione per 20 euro. Quanto al traffico voce all’estero Vodafone prevede la tariffa Passport, particolarmente vantaggiosa in caso di chiamata tra utenti dell’operatore stesso. Per le chiamate in uscita viene applicata la tariffa nazionale più un euro a chiamata mentre per le chiamate in ricezione c’è un costo forfettario di un euro. Tim prevede «1 x tutti all’estero» che consente di chiamare al costo di un centesimo al minuto per un totale di 100 minuti, superati i quali viene poi applicata la normale tariffa dell’operatore. L’offerta dura 30 giorni e ha un costo di 10 euro. Wind invece prevede l’offerta «Speciale roaming» che si attiva con 5 euro e consente di chiamare l’Italia a metà prezzo rispetto alle tariffe abituali dell’operatore. Il costo della telefonata varia a seconda della zona da cui viene effettuata: si va da 50 centesimi al minuto fino ad un euro e 50. Con «3» telefonare dall’estero costa 0,95 euro al minuto oltre a 15 centesimi alla risposta in Europa Usa e Canada. Per quanto riguarda il traffico dati il cliente paga la tariffa nazionale ossia 4 centesimi per Mb a cui si aggiunge la tariffa in roaming che è per i Paesi sopra menzionati 0,015 centesimi a Kb.