Italia fantasma Udinese a casa Palermo anche

La Coppa Uefa delle squadre italiane finisce agli ottavi di finale. Dopo l’eliminazione della Roma, ieri è toccato a Udinese e Palermo. A Sofia i friulani in formazione rimaneggiata (mancano sette titolari) sognano i quarti per un tempo, il primo, chiuso in vantaggio grazie al gol di Tissone. Nella ripresa partenza sprint dei bulgari del Levski che in undici minuti ribaltano la situazione con Borimirov e Tomasic. Anche l’approccio dei siciliani al match di Gelsenkirchen è positivo, ma la svolta arriva nel finale del primo tempo: Corini devia il pallone sulla linea di porta con la mano, conseguente rosso e rigore trasformato da Kobiashvili. Ridotto in dieci, il Palermo subisce l’assedio dello Schalke 04, completato dai gol di Larsen e Azaouagh che chiudono il discorso qualificazione a favore dei tedeschi.