In Italia il freddo durerà fino ai primi di febbraio

Anche l’Italia finisce nella morsa del gelo. Fino alla fine del mese le temperature resteranno basse, soprattutto nelle regioni nord-orientali (in Friuli Venezia Giulia ed in Trentino Alto Adige) e sul versante adriatico, dalle Marche in giù. Tre impulsi di aria fredda, infatti, interesseranno la nostra penisola. Domani le minime e le massime torneranno ad alzarsi. Ma la tregua del freddo durerà solo un giorno, perché già nella serata del giorno seguente una nuova corrente fredda colpirà le regioni settentrionali, per scendere via via fino al Sud. Nuova tregua domenica 29 gennaio, anche questa volta breve: è attesa infatti una nuova ondata di freddo ed un forte peggioramento tra la fine del mese di gennaio e l'inizio di febbraio.
Il colonnello dell'Aeronautica Militare e meteorologo Paolo Ernani ha spiegato: «Da qui a fine mese è previsto l'arrivo di tre impulsi di aria fredda dalla latitudine russa. La prima di queste correnti fredde è quella che interessa da ieri il nostro Paese e che ci coinvolgerà fino a domani, giornate durante le quali le temperature basse saranno percepite ancor più rigide a causa della presenza di vento». Secondo le previsioni venerdì le temperature si abbasseranno di nuovo anche nelle regioni centrali e sabato il freddo arriverà anche al Sud. Poi una breve tregua. Tra il 31 gennaio e il 1° febbraio è atteso il terzo ed ultimo impulso di aria fredda, con l'alta probabilità, a fine mese, di un forte peggioramento ed abbassamento delle temperature in tutta Italia.