A «Italia Nostra» quasi 5 milioni per Bosco in città

Forse non riuscirà a bloccare il cantiere per il parcheggio di Sant’Ambrogio (solo qualche giorno fa l’associazione ha messo in atto una protesta). Ma Italia Nostra, dopo aver incassato a luglio (in una delle prime sedute della giunta Pisapia) la conferma che continuerà a gestire l’area di «Bosco in città» addirittura fino al 2020 - l’ex sindaco Moratti aveva ipotizzato la messa a gara, salvo riconfermarla fino a fine giugno - ieri si è già assicurata il pacchetto completo dei fondi. A luglio la delibera aveva previsto nell’accordo «una spesa iniziale di 290mila euro fino a fine anno e un costo annuale per il Comune di 580mila euro». Ieri l’approvazione «immediatamente eseguibile» del contributo di quasi 5 milioni a favore della onlus per il periodo primo luglio 2011 e fino al 30 giugno 2020.