«Italiani furbi, per loro imbrogliare è normale»

Dopo le critiche contro dei giudici troppo clementi e una sentenza troppo mite, l’amministratore delegato del Bayern Monaco, Karl-Heinz Rummenigge, alza nuovamente il tiro: «Per gli italiani è normale imbrogliare qualcuno». In un’intervista pubblicata dal Tagesspiegel, Kalle ha dichiarato: «Ho vissuto tre anni in Italia e ho imparato una parola che viene utilizzata molto spesso: furbo. Furbo significa essere scaltro, ingannare gli altri. Questo riflette un po’ la mentalità del popolo. Credo che gli italiani sottovalutino l'effetto all'estero di questo scandalo e la perdita di credibilità. Sono evidentemente successe delle cose che si devono descrivere come mafiose. Anche il G14 dovrà occuparsene - ha concluso Rummenigge -, perché non può essere nel suo interesse che uno o più membri abbiano giocato un simile ruolo in questo scandalo».