Italiani latin lover ma non troppo

Da un sondaggio realizzato dalla Swgs emerge che solo il 48% degli italiani ha una vita sessuale eccitante, la stessa
percentuale dei greci, ma meno dei nigeriani (78%) che sono i leader a
livello globale. Peggio di noi invece i cugini d'oltralpe (36%) e i
giapponesi (10%)

Milano - "Vita sessuale poco eccitante, rapporti sporadici e scarsa capacità di parlare con il partner per comunicare le proprio fantasie. L’Italia esce con le ossa rotte dal sondaggio internazionale commissionato da una nota azienda produttrice di prodotti anticoncezionali, condotto su 26mila persone di 26 Paesi di ogni angolo del pianeta.

Bicchiere mezzo pieno Secondo il Swgs (Sexual Wellbeing Global Survey), che ha realizzato la ricerca, "solo il 48% degli italiani ha una vita sessuale eccitante, la stessa percentuale dei greci, ma meno dei nigeriani (78%) che sono i leader a livello globale". Peggio di noi invece i cugini d'oltralpe (36%) e i giapponesi (10%). La fantasia a letto parla ancora africano (68%) e pochissimo la lingua del Sol Levante (9%). E ancora "poco più della metà delle italiane (56%) ritiene di avere una vita sessuale sufficientemente varia. Inoltre, sebbene l'81% delle persone in Italia abbia un rapporto sessuale ogni settimana - e oltre un terzo (36%) faccia l'amore almeno tre volte alla settimana o più - la frequenza dei rapporti sessuali non è sufficiente per il 59% degli intervistati".

Giochi e fantasie "Se si parla dei 'giochi' praticati dagli uomini eterosessuali italiani all'interno della loro vita sessuale per aumentare la libido - prosegue il sondaggio - si scopre che nelle nostre camere da letto il più popolare è il ricorso alle fantasie sessuali (75%), seguito dai massaggi sensuali (63%), dal sesso orale (76%) e dall'utilizzo di materiali erotici (55%)". L'altra metà del cielo si attrezza di conseguenza. "In cima alla lista per le donne eterosessuali italiane ci sono le fantasie (69%) e i massaggi sensuali (67%). Il 63% indossa biancheria intima sexy come parte della propria vita amorosa e più di una su quattro (27%) apprezza i materiali erotici". I tre quarti delle intervistate (75%), inoltre, dichiara di "praticare con regolarità sesso orale".

Più tempo per i preliminari E' il “fattore tempo” a regalare al nostro Paese qualche soddisfazione. I dati rivelano che gli italiani dedicano 41 minuti ai preliminari e al rapporto sessuale, lo stesso tempo dei greci e cinque minuti in più rispetto alla media mondiale.

Le donne chiedono più romanticismo e meno stress Cosa fare per cambiare la situazione quando non va? La ricetta degli uomini italiani per migliorare la propria vita sessuale prevede più qualità nel tempo trascorso “sotto le lenzuola” (36%) e meno stress (35%); mentre un terzo (33%) vorrebbe divertirsi di più. Per le donne invece le priorità sono il romanticismo (43%) e meno stress (38%).

Austriaci i veri “latin lover” Infine l'inchiesta sfata un'altra leggenda che ha alimentato il mito del latin lover italiano. Gli uomini del Belpaese non sono quelli con il maggiore 'background'. "Hanno avuto una media di 19 partner, ossia 10 in meno degli austriaci - i leader globali - e nove in meno dei greci". Anche le donne italiane sono meno “mantidi” di quanto si creda, con in "media sette partner, rispetto ai 17 delle austriache e ai 10 delle abitanti del Regno Unito e della Grecia". Ma al di là delle statistiche ciò che più conta, in ogni rapporto di coppia, è "trovare la persona giusta". Per incontrare il partner ideale clicca qui