Gli italiani non amano il pc

Non sanno spedire un'e-mail, né copiare un file. Ignorano del tutto i linguaggi di programmazione. Questo è il livello di informatizzazione, secondo gli ultimi dati Eurostat, degli italiani, il 60% dei quali ha ammesso di non saper usare il pc. Percentuali simili sono state rilevate solo in Grecia, dove 65 intervistati su 100 si sono detti essere incapaci di svolgere operazioni basilari con il computer. Il livello di analfabetismo informatico nel nostro Paese è dunque molto alto, soprattutto per alcune fasce d'età: l'87% delle persone di età superiore ai 55 anni ha dichiarato di non possedere le conoscenze elementari relative all'uso dei pc. Destano maggiore preoccupazione i dati relativi ai giovani di età compresa fra i 16 e i 24 anni: il 28% non ha idea come funzioni un pc. Percentuali superiori solo in Grecia (32%) e in Ungheria (34%), mentre in Danimarca quasi il 60% ha conoscenze informatiche approfondite. In particolare, si segnala il dato relativo ai disoccupati italiani: il 62% non è in grado di usare il pc, contro una media europea del 39%. E non fa ben sperare il fatto che solo il 4% degli italiani abbia svolto, nell'ultimo anno, un corso di informatica. E' la percentuale più bassa d'Europa, in questo caso inferiore anche alla Grecia (7%).